La nuova frontiera degli Eee PC

29 Settembre 2008 Francesco Lascia un commento Vai ai commenti

E’ già da qualche anno che si parla di un progetto per produrre dei PC a bassissimo costo adatti anche per l’informatizzazione del terzo mondo. In realtà questo tipo di prodotti sembra essere particolarmente interessante proprio per l’occidente industrializzato e sembra che la prima azienda a rendersene conto sia stata Asus. In questo momento il mercato sta offrendo soluzioni fisse e portatili con performance sufficienti per attività office-like o navigazione internet, con un’estrema versatilità data da sistemi operativi facilmente espandibili (quasi tutti i produttori forniscono versioni linux o Window XP Home) e dai costi estremamente contenuti.

Il tutto potrebbe avere un forte impatto sul mercato dei thin client il cui prezzo è confrontabile quando non superiore a quello di un Eee PC, il sistema operativo è proprietario (o comunque hardenizzato in modo tale da rendere difficili le personalizzazioni) e necessitano solitamente di un software (anch’esso proprietario) per la gestione centralizzata.

L’unico vero problema degli Eee PC è che non esiste (ancora) un software di gestione centralizzato, ma sappiamo bene che il mondo dell’open source ha spesso colmato lacune di questo tipo. In ogni caso questo tipo di device presenta moltissime caratteristiche tipiche dei terminali:

  • Dimensioni ridotte (l’Eee Box di Asus può anche essere montato dietro ai monitor LCD con attacco Vesa)
  • Consumi ridotti
  • Assenza di componenti in movimento (alcune versioni sono disponibili con hard disk, ma molte sfruttano delle memorie flash)

Usare questi PC come terminali risulta spesso molto semplice: le versioni dotate di Windows XP Home possono sfruttare i classici setup windows per installare le componenti clinet di soluzioni VDI o Terminal Server, mentre per le versioni Linux esistono client generici e talvolta istruzioni specifiche, come nel caso di Citrix che ha pubblicato documento per l’installazione del Client ICA sulle distribuzioni Xandros degli EeePC. Esiste anche un documento non ufficiale per l’installazione del Client ICA su Linpus per gli Acer Aspire One.

Per ulteriori informazioni sull’hardware, vi allego alcuni link dei prodotti disponibili in italia (l’elenco non è assolutamente esaustivo):

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...