RedHat rende il protocollo SPICE Open Source

redhat_logoDopo l’acquisizione di Qumranet, RedHat si è concentrata nell’integrazione di KVM all’interno della propria distribuzione Linux e allo sviluppo di soluzioni di management per la virtualizzazione. Per quanto riguarda il mondo VDI, le informazioni su SolidICE, il prodotto di punta di Qumranet, sono state latenti, almeno fino ad oggi.

Ora RedHat intrapprende un’importante mossa strategica, rendendo open source il protocollo SPICE, cuore delle propria soluzione di virtualizzazione del desktop. Questa apertura è principalmente mirata a permettere a vendor e integratori di sistemi di implementare il supporto per questo protocollo, offrendo la possibilità di guadagnare qualche percentuale in più in un mercato ormai saturo di soluzioni e di protocolli (o estensioni di protocolli già esistenti) diversi e non compatibili tra loro.

Per ulteriori informazioni:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.