Citrix annuncia XenDesktop 4 e rende disponibile la Release Candidate

6 Ottobre 2009 Francesco Lascia un commento Vai ai commenti

citrixNon contenti dell’enorme numero di rilasci e aggiornamenti, Citrix annuncia l’imminente disponibilità di XenDesktop 4, la nuova frontiera della distribuzione, non solo di desktop, ma anche di applicazioni a 360 gradi.

XenDesktop 4 non è solo la nuova versione della soluzione VDI di Citrix, ma rappresenta un vero e proprio stravolgimento della strategia e del posizionamento dei prodotti della casa di Fort Lauderdale. Cerchiamo di capire perché!

  • Citrix FlexCast: con questo nuovo nome Citrix intende identificare l’insieme di tecnologie per fornire l’accesso al software (SaaS), sia esso distribuito tramite un desktop (fisico, virtuale, in streaming o in ambiente Terminal), sia esso un’applicazione pubblicata (in ambiente terminal o su desktop virtuali) o un’applicazione virtualizzata (streaming), o ancora tramite una VM distribuita sul client (XenClient, che dovrebbe vedere la luce ne 1Q2010)
  • XenApp diventa parte integrante di XenDesktop (escluda l’edizione standard): ogni utente XenDesktop può accedere alle applicazioni distribuite in qualsiasi modo, pubblicate o streaming
  • Il modello di licensing cambia da utente concorrente a utente nominale: in effetti quando si parla di desktop si ragiona solitamente per il numero di utenti totali. Inoltre in questo modo il modello di licensing di Citrix si allinea al modello di licensing di Microsoft
  • Trade-up per gli utenti XenApp: sarà possibile effettuare un trade-up da licenze XenApp a licenze XenDesktop. Poiché XenApp è più caro di XenDesktop, Citrix offre per un periodo limitato la possibilità di migrare con un rapporto di 2 a 1 (2 licenze XenDesktop per 1 licenza XenApp) con un costo che dovrebbe aggirarsi tra i 45 e i 75 dollari a licenza
  • Nuove tecnologie HDX: dal punto di vista marketing, Citrix sta spingendo molto le accelerazioni ottemibili con le tecnologie HDX, facendo leva sul fatto che “good user experience is more than just a protocol”

A rendere l’annuncio ancora più interessante c’è la disponibilità della versione Release Candidate del prodotto, scricabile direttamente dal sito Citrix tramite un account MyCitrix.

Per ulteriori informazioni:

  1. Harald
    10 Ottobre 2009 a 23:32 | #1

    Sembra proprio chiara la volontà di fornire una suite unica ed integrata per una soluzione di virtualizzazione completa. La cosa più impressionante è il confronto con le performances di View, non vedo l’ora di testare dal vivo i nuovi improvements.
    Quello che mi lascia un po’ perplesso è il sistema named licensing che vogliono adottare, secondo me in grosse realtà che sfruttano la concorrenza delle sessioni rischia di diventare un suicidio. Inoltre è vero che è sicuramente un grande prodotto, come siamo abituati ad avere da Citrix, ed è altresì vero che ora ti danno 2 licenze per ciascuna di XenApp se fai Trade-up full ma tra 12 mesi al rinnovo della SA bisognerà pagare la quota per il doppio delle licenze, non so valutare ora ma sono un po’ dubbioso che questa sia una mossa vincente, vedremo. Ciao

  2. 12 Ottobre 2009 a 10:22 | #2

    @Harald
    Ci sono alcuni elementi importanti in questa mossa di Citrix.
    Da un lato Citrix cerca in qualche modo di ritornare “monoprodotto”: un solo prodotto che contiene licenze user per tutti i prodotti disponibili; un solo prodotto per accedere alle applicazioni, distribuite in qualsiasi modo, desktop fisici, virtuali, in streaming, piuttosto che applicazioni in modalità terminal o in straming…
    Dall’altro c’è una semplificazione del modello di licensing: se da un lato il modello concorrente potrebbe essere comodo, dall’altro non è lo stesso modello usato da Microsoft e questo può generare confusione negli utenti. Il licensing per named user obbliga certamente ad acquistare più licenze, ma il costo della licenza è decisamente più basso! Non sono ancora disponibili i listini per l’Europa, però attualmente XenDesktop ha un costo che arriva ad essere quasi 40% più basso di XenApp. In questo senso il Trade-Up è particolarmente interessante perché ad un costo confrontabile con quella del rinnovo delle SA di XenApp si può raddoppiare il numero di licenze!
    Anche i rinnovi successivi delle SA saranno sicuramente proporzionati al costo delle licenze retail e quindi sicuramente più bassi.
    La disponibilità per l’acquisto dovrebbe essere fine ottobre, mentre la GA dovrebbe essere a metà novembre: vedremo bene l’impatto reale di questo nuovo modello di licensing in funzione dei costi.

    Ciao,
    Francesco

  1. Nessun trackback ancora...